Ti apparecchio per le feste!

Quanto manca a Natale?… Poco, molto poco!

Natale sta arrivando!

Se non avete ancora pensato a come apparecchiare la vostra tavola vi facciamo vedere come abbiamo imbandito i nostri in negozio e magari vi diamo qualche idea e qualche spunto.

Se vi piace potete copiare spudoratamente!

Le nostre apparecchiature rispettano il nostro modo di pensare, di vivere il Natale e le feste e cioè condividere insieme a pareti ed amici un buon pasto e lunghe chiaccherate.

Abbiamo interpretato la tavola in modo semplice, allegro, raffinato e non convenzionale sempre con uno sguardo alla tradizione e per questo abbiamo reinterpretato i suoi colori, niente colori azzardati per quello siamo rimaste sul “classico”.

Parole d’ordine per questi giorni di festa “allegria” e “calore” e quindi via libera al servizio buono, per chi ce l’ha, oppure piatti e bicchieri di tutti i giorni rendendoli però protagonisti ed eleganti per questa occasione.

A tavola con il rosso
apparecchiatura natalizia con tovaglia bianca e rossa, piatti neri e centrotavola con vassoio rami di pino e candele e porta candele come segnaposto
Tavolo apparecchiato di Rosso.

Dicevamo “allegria” e “calore” e per questo la nostra tavola è elegante, allegra, non troppo formale e decisamente in clima natalizio.

Quest’anno abbiamo “tolto la tovaglia dal tavolo” e l’abbiamo sistemata in modo da lasciarlo scoperto in parte. La tovaglia è in cotone con allegri motivi natalizi stampati.  Possiamo utilizzare anche un runner centrale purché in tema, evitiamo il tinta unita, troppo serio!

L’impronta della tradizione l’abbiamo data con l’apparecchiatura rispettando il galateo per la disposizione di piatti e bicchieri. Un segreto… noi ci siamo scaricate un App-Galateo (iEtiquette)  ma lo trovate anche on line, vi indichiamo un link qui sotto. 😉

http://galateoitaliano.it/category/galateo-a-tavola/

Il servizio di piatti lo abbiamo usato nero per non “cadere” nella tentazione del bianco o del rosso e anche perché avevamo quello a disposizione, diciamocelo! 🙃 Quindi anche voi non vi formalizzate sui piatti, non correte a comprarne di nuovi ma utilizzate quelli che avete.

Vabbè, se sono rotti, brutti e sbeccati magari ricomprateli ma a quel punto potete valutare anche quelli di carta, ce ne sono di molto belli a tema natalizio.

Il piatto nero c’è piaciuto anche per inserire una nota che caratterizzasse l’aspetto informale della tavola, al centro di ogni piatto abbiamo messo dei piccoli porta candela con coroncina di pino da utilizzare come segnaposto scrivendo a mano il nome dei vostri ospiti su un cartoncino ed attaccandolo a questi con un filo, anche di lana. Il porta candela può essere poi un simpatico pensiero da regalare ai vostri ospiti… e qui fa capolino nuovamente la tradizione.

Per richiamare la magia del Natale, indovinate un po’? … le candele che sono sempre molto suggestive e possono essere posizionate al centro del tavolo, al lato del piatto o dove volete, l’importante è che siano accese!

Come centro tavola, perché quello ci vuole, abbiamo utilizzato un grande vassoio in cemento che raffigura un tronco di albero tagliato e lo abbiamo decorato con le immancabili candele bianche e verdi, i rami di pino abbinati al rosso delle melegrane. Si, qui la tradizione l’abbiamo presa in pieno!

Il Tavolo ha l’oro in bocca ed anche il blu!
apparecchuiatura natalizia con runner centrale a stelle piatti e sottopiatti blu e decorazioni in oro centrotavola cadelabri in vetro
Il Natale ha l’oro a tavola… ed il Blu.

L’abbinamento oro e blu questo Natale è di moda! L’oro dona lucentezza e il blu è colore della pace, quindi quale migliore augurio per i vostri parenti e amici. Già con questo iniziamo bene!

Quest’anno la tovaglia ci rimaneva “indigesta” e l’abbiamo tolta anche qui! … in verità anche il tavolo ha fatto la sua parte, perché il tavolo in legno massello della “nonna” rivisitato in questo bellissimo colore ci chiedeva di essere messo in mostra e quindi abbiamo usato il runner con fondo bianco e stelle blu messo in risalto dalle balze color oro.

Tradizione rispettata con l’apparecchiatura. I sottopiatti in vetro azzurro danno risalto ai piatti “vintage” in vetro blu. Cercate, come abbiamo fatto noi, nelle credenze delle nonne è possibile che li troviate anche giallo ocra o verde bottiglia… bellissimi! Sempre per rimanere in tema di nonne e quindi tradizione abbiamo utilizzato per il vino il bicchiere in vetro soffiato perfetto per questa apparecchiatura a tratti vintage mentre quello da acqua è in vetro trasparente, semplice e basso.

Per il segnaposto, semplice ma di effetto, abbiamo preso le palline dell’albero dorate e bianco perla legate con un nastro di tulle. Basta su un cartoncino con il nome dell’ospite ed è fatto!

Sempre presente, un piccolo dono per gli ospiti. Anche in questo caso il portacandela con coroncina in oro (in tema con la tavola) sistemato al lato del piatto ha un effetto decorativo ed è una sorpresa carina per i vostri invitati.

In questa apparecchiatura il vetro la fa da padrone e anche il centrotavola non poteva essere altrimenti. Tre candelabri in vetro trasparente di altezze diverse con delle bellissime candele lunghe e attorcigliate che accese sono veramente molto suggestive.

Le candele, poggiate sul tavolo, sono abbinate a delle palle di natale in vetro decorate in maniera particolare e raffinata, quasi fossero dei soprammobili. Una curiosità, queste candele sono a batteria!! Accese sembrano vere, ottime per ogni occasione e non solo a Natale.

In poche righe vi abbiamo illustrato le apparecchiature scelte per questo Natale… a questo punto per il menù ci affidiamo a voi!

Dimenticavo, tutto questo lo potete trovare da noi… Vi aspettiamo!

Buone Feste!

Nora e Silvana.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Salone del Mobile e il Nostro alloggio a Milano #nontitemo

Milano #nontitemo Breve aggiornamento sul nostro alloggio!

Breve informazione di servizio a chi ci conosce e in questi anni ha riso con noi delle nostre disavventure…

Dopo:

  • Il residence dei “Ghiacci”… un freddo incredibile, Frozen al confronto una passeggiata.😣
  • La notte con gli “Ospiti” … stendiamo un velo pietoso, una notte da incubo.😳
  • L’albergo che non vedeva la luce e tanto meno il personale delle pulizie.
  • Il Garage… garage nel vero senso della parola!😮

Quest’anno è andata bene!

Grazie a tutti per i messaggi che ci avete mandato.. ma questa volta l’appartamento era molto carino e comodo.

Salone del Mobile 2017

La maratona Salone del Mobile è sempre bella e ne vale sempre la pena. Piedi doloranti a parte!

Le nostre impressioni sono positive e le riassumiamo così:

Legno e Colore!

Legno, legno, legno…

Diciamo che novità assolute non ce ne sono, nessuno per adesso ha inventato nulla di nuovo, ma quest’anno più che mai abbiamo avvertito il bisogno di un ritorno alla natura.

Sparito il lucido, adios… e Legno, legno, legno!

I legni in tutte le sue essenze, legni chiari o legni scuri l’importante è che sia legno o effetto legno nel caso di mobili in laminato. Da dire che ci sono dei laminati che riproducono il legno e che ti mettono a dura prova da quanto sono perfetti.

Quindi che legno sia! Siamo nel bene o nel male (in questo caso nel bene) influenzati da quello che ci circonda ed in questo momento c’è un forte avvicinamento al tutto ciò che è biologico e naturale. Siamo sempre alla ricerca di prodotti a km-zero, ci sforziamo sempre di “magiare sano”, passare più tempo possibile nella “natura”…  Volevi che tutto questo non influenzasse anche il design? Impossibile!

La casa è il luogo dove rifugiarsi ed è il luogo che rispecchia tutte le personalità che la abitano, bella sfida mettere insieme più teste per condividere un unico luogo. Sarà per questo che il segno di questo Salone è stato uno STOP alle case tutte uguali e con gli stessi arredamenti… in una parola PERSONALITÀ!

Colore, colore, colore!

Più forte e prepotente che mai è stata la presenza del colore e finalmente, diciamo noi!

Basta con le case completamente bianche, basta con la paura di sbagliare!

Il Bianco è un bellissimo colore spesso usato per giustificare un bisogno di  “pulizia e semplicità” ma nasconde anche un: “nell’incertezza, facciamolo bianco!” OK! ma buttatevi, buttiamoci!

Tranquilli, il bianco è un classico e ci sarà sempre ma il “nuovo bianco” sono i colori morbidi, caldi e accoglienti.

Il colore e le sue sfumature che non restano sfumature ma diventano colore vero e proprio, non restano al margine non fanno da contorno ma si impongono.

Il colore si impone nelle laccature dei mobili, nei tessuti, nei rivestimenti.

Molto belle le tonalità dei blu, dall’avio al petrolio e così via… fino ad arrivare al verde nella gradazione del salvia o dell’oliva.

I rossi decisi nelle tonalità più scure del bordeaux e dell’amaranto che si impongono e ci avvolgono.

Il colore ocra nella sua tonalità carica, che rende l’ambiente caldo e accogliente.

Grande ritorno dell’arancio ma non nelle gradazioni brillanti del carota, dell’arancione o della zucca ma nelle gradazioni più scure ed eleganti del ruggine, del mattone o dell’arancione bruciato.

Colori caldi e freddi che si sposano perfettamente con le gradazioni e le essenze dei legni.

Questo è in breve quello che ha trasmesso a noi il Salone, voi fateci sapere la vostra!

Ciao, Nora e Silvana